In evidenza

UN BALLO IN MASCHERA, GIUSEPPE VERDI – TEATRO FILARMONICO DI VERONA, DOMENICA 17 DICEMBRE 2023

Unballoinmaschera_171223_EnneviFoto_DSCF5292

In scena nel periodo prefestivo al Filarmonico di Verona ‘Un ballo in maschera’ di Verdi per accompagnare il pubblico veronese, e non solo, alle porte delle festività natalizie. Tra un banco e l’altro del mercatino in centro e tra le vie illuminate per l’occasione un folto ed attento pubblico ha gremito il teatro della città scaligera per l’ultimo appuntamento lirico della Fondazione Arena. E se si Parla di tradizioni non poteva essere più adatto l’allestimento scelto, quello tradizionalissimo che riscopre lo spettacolo del Teatro Regio di Parma risalente addirittura al 1913 e che riprende vita grazie alla regista Marina Bianchi.

Le immagini video che si possono ammirare all’inizio ci riportano proprio a questo storico allestimento, addentrandoci poi passo passo nelle scenografie assolutamente classiche di Giuseppe Carmignani che rispettano il libretto ed i tempi narrati con garbo ed eleganza. Ovvio che per gli amanti della novità e di quel certo ‘non so che’ a svecchiare opere viste centinaia di volte, non si scopre nulla di travolgente e non vi sono particolari invenzioni sceniche, ma stiamo parlando di un allestimento di oltre un secolo fa e che si rivela comunque fruibile anche oggi. Ad incorniciare l’eleganza generale sono i costumi di Lorena Marin.

Sul palco veterani e non del canto e del palcoscenico hanno saputo appassionare, convincere, in modi diversi naturalmente, chi ascoltava in sala, regalando uno spettacolo fluido e particolarmente ‘vissuto’ emotivamente. Il Governatore di Boston, che come si sa originariamente doveva essere Gustavo III di Svezia e poi fu tramutato nell’americano governatore di Boston, causa censura, è un Luciano Ganci come sempre ispiratissimo. Il tenore offre ciò che ha di meglio del suo modo di essere e di ‘sentire’ una rappresentazione. Il suo Riccardo è vigoroso come il canto, dalla forza e convinzione molto accentuate, che con qualche sfumatura o mezza voce più accentuata risulterebbe ancor più ricco e variegato. La Amelia di Maria José Siri  è nobile, perfetta su tutta la linea di canto che si rivela duttile, possente ed allo stesso tempo docile se la partitura lo richiede. Commuovente la sua ‘Morrò, ma prima in grazia' dell’atto terzo. Ritroviamo sul palco casalingo un Simone Piazzola altrettanto ispirato ed immerso nel ruolo dell’amico fidato e poi tradito, la cui voce mostra sempre il colore morbido che conosciamo. Anna Maria Chiuri è una Ulrica factotum: una maga, una preveggente ed anche guaritrice: la scopriamo intenta a liberare l’anima di una malcapitata quando il suo personaggio entra in scena. L’interprete è sempre concentrata, la voce adatta al ruolo cupo ed intrigante. Che dire se non deliziosa Enkeleda Kamani nel ruolo di Oscar. La voce è sinuosa e ben impostata, un piacere ascoltare come si muove liberamente tra le note delle sue arie celebri, soprattutto la prima (Volta la terra). A completare il cast di ottimi interpreti il Silvano di Fabio Previati, il Samuel di Romano Dal Zovo, Tom: Nicolò Donini, ed il giudice /servo di Amelia: Salvatore Schiano Di Cola.

Francesco Ivan Ciampa dirige l’orchestra dell'Arena di Verona con sicuro vigore ed al contempo un certo brio, che chiaramente richiamano alla mente atmosfere di complotti, misfatti e tradimenti; mancano tuttavia secondo il nostro gusto quelle vibrazioni di sofferenza elegiaca che molti momenti del libretto evocano, col rischio di esaltare più l’orchestra che gli interpreti, che ribadiamo hanno comunque ben figurato.

Pubblico splendidamente numeroso, che ha osannato tutti gli interpreti, con qualche piccolo dissenso per il direttore d'orchestra.

Maria Teresa Giovagnoli

PRODUZIONE E INTERPRETI

Melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi

Libretto di Antonio Somma

 

Direttore Francesco Ivan Ciampa

Regia Marina Bianchi

Scene Giuseppe Carmignani

Coordinamento spazio scenico e arredi Leila Fteita

Costumi         Lorena Marin

Luci    Andrea Borelli

 

Riccardo        Luciano Ganci

Renato           Simone Piazzola

Amelia            Maria José Siri

Ulrica              Anna Maria Chiuri

Oscar              Enkeleda Kamani

Silvano           Fabio Previati

Samuel           Romano Dal Zovo

Tom                Nicolò Donini

Un giudice / Un servo di Amelia Salvatore Schiano Di Cola

Orchestra, Coro e Tecnici della Fondazione Arena di Verona

 

Maestro del Coro Roberto Gabbiani

Allestimento storico del 1913 del Teatro Regio di Parma, in coproduzione con Auditorio de Tenerife

FOTO ENNEVI